Discussione:
[OT] Rai-Israele
(troppo vecchio per rispondere)
Erg Frast
2014-07-15 19:20:58 UTC
Permalink
Mi scuso per l'OT, vi ricorro raramente, spero mi si perdonerà.

Sono indignato, passano gli anni, cambiano i governi, ma l'"informazione"
Rai sull'eterno conflitto israelo-palestinese è sempre uguale:
approssimativa e faziosa, costantemente filoisraeliana.

I giornalisti si esaltano a narrare la memorabile sconfitta 7 a 1 del
Brasile, ma l'altra partita, quella iniziata il 30 giugno e arrivata ad un
punteggio di circa 200 a 1 (o a 2, secondo le fonti) sembra non interessare.

Disinformazione, cumuli di sciocchezze, mezze verità non spiegate, che il
telespettatore medio non è in grado di comprendere: come i "missili"
palestinesi che non sono missili, ma stupidi razzi, con un'utilità
strategica quasi nulla e che infatti non fanno vittime se non per sbaglio
(mi domando quale sia l'utilità di lanciarli, forse solo economica, visto
che per abbatterli gli israeliani usano dei missili, questa volta proprio
missili, che probabilmente costano 100 volte tanto, ma già questo spiega
molto dei motivi del conflitto).

Personalmente non sono schierato, trovo vergognoso e criminale il
comportamento dei vertici politici di ambo le parti, ma perché il nostro
servizio pubblico non riesce a presentare i fatti in modo obiettivo, a
spiegare le cose? Così sembra davvero una succursale del Mossad; sarebbe per
questo che paghiamo il canone?

EF
Emma Franco
2014-07-15 20:24:26 UTC
Permalink
"Erg Frast" ha scritto nel messaggio news:lq3uuo$9mj$***@speranza.aioe.org...

Mi scuso per l'OT, vi ricorro raramente, spero mi si perdonerà.

Sono indignato, passano gli anni, cambiano i governi, ma l'"informazione"
Rai sull'eterno conflitto israelo-palestinese è sempre uguale:
approssimativa e faziosa, costantemente filoisraeliana.

.....ma stupidi razzi, con un'utilità
strategica quasi nulla e che infatti non fanno vittime se non per sbaglio
(mi domando quale sia l'utilità di lanciarli, forse solo economica, visto
che per abbatterli gli israeliani usano dei missili, questa volta proprio
missili, che probabilmente costano 100 volte tanto, ma già questo spiega
molto dei motivi del conflitto).

Personalmente non sono schierato, ....
EF

Quegli "stupidi razzi" mi sembra che facciano anche vittime, a parte gettare
nel panico la popolazione. Comunque continuano a lanciarli, non accettando
proposte di tregua, sperando che gli israeliani facciano più morti
possibili, che mi sembra il loro vero scopo fin dall'inizio. La reazione di
Israele era ovvia e prevedibile.
Io alla televisione vedo solo scene strazianti in territorio palestinese,
forse vediamo canali diversi?


---
Questa e-mail è priva di virus e malware perché è attiva la protezione avast! Antivirus.
http://www.avast.com
Maurizio Pistone
2014-07-15 20:53:30 UTC
Permalink
i "missili" palestinesi che non sono missili, ma stupidi razzi, con
un'utilità strategica quasi nulla e che infatti non fanno vittime se non
per sbaglio
fanno vittime per sbaglio fra gli israeliani, ma ne fanno molte, e
prevedibili, fra i civili palestinesi

sfugge il senso di lanciare missili, più o meno stupidi, da una delle
zone più densamente popolate del mondo, verso un paese all'avanguardia
della tecnologia, che ha tutti i mezzi per difendersi e per
contrattaccare efficacemente

poiché ormai la cosa dura da anni, viene da chiedersi se l'intento non
sia proprio quello di provocare una reazione

sicuramente ci sono spiegazioni molto meno dissennate, ma non mi vengono
in mente
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
il fu snowdog
2014-07-16 07:52:20 UTC
Permalink
Post by Erg Frast
Personalmente non sono schierato, trovo vergognoso e criminale il
comportamento dei vertici politici di ambo le parti,
quoto al 100%


e di mezzo ci va un sacco di gente innocente, as usual

purtroppo è la storia del mondo: una lotta tra elites, e i poveri cristi
ne fanno sempre le spese
il meglio a cui possano aspirare è un nome sul monumento

"Lo retor e lo regent
nos an parlat plan longtemp
partissetz forca contents
forca contents, forca
contents
ah, partissetz forca contents
Sarets sus lo monument"

è in lingua occitana ma almeno i nordici non dovrebbero aver fatica a
comprendere
testo completo con traduzione
http://www.antiwarsongs.org/canzone.php?lang=it&id=3250

"Un ordine ha trasformato queste figure silenziose in nemici nostri; un
altro ordine potrebbe trasformarli in amici. Intorno a un tavolo un
foglio viene firmato da pochi individui che nessuno di noi conosce, e
per anni diventa nostro scopo supremo ciò che in ogni altro caso
provocherebbe il disprezzo di tutto il mondo. […] Ogni sottufficiale per
la sua recluta, ogni professore per i suoi alunni è un nemico peggiore
che costoro non siano per noi. Eppure noi torneremo a sparare contro di
loro ed essi contro di noi…"

Erich Maria Remarque, Niente di nuovo sul fronte occidentale
Post by Erg Frast
ma perché il nostro
servizio pubblico non riesce a presentare i fatti in modo obiettivo, a
spiegare le cose? Così sembra davvero una succursale del Mossad; sarebbe per
questo che paghiamo il canone?
l'informazione è sempre e comunque di parte e risponde ad un padrone ben
preciso anche quando si definisce indipendente.


lo so, ultimamente sono molto nichilista, ma quella che chiamano
democrazia è una truffa bella e buona, solo una forma di cotnrollo delle
masse.
--
Eh? (cit.)
edi'®
2014-07-16 08:46:16 UTC
Permalink
Post by il fu snowdog
l'informazione è sempre e comunque di parte e risponde ad un padrone ben
preciso anche quando si definisce indipendente.
L'informazione neutra o super partes non esiste.
"Le opinioni distinte dai fatti" è uno slogan, un fine cui il buon
giornalista dovrebbe tendere ma che normalmente non può raggiungere.
E anche il pubblico - tutto sommato - non è che brami di avere
un'informazione di questo tipo, la gente vuol sentirsi dire ciò che le
piace, non ciò che è più vicino alla realtà dei fatti: non credo che il
lettore medio del Giornale di Sallusti (tanto per fare un esempio) legga
quel foglio perché pensi che sia neutrale, non di parte... lo legge
perché trova scritto ciò che vuole leggere.

Se poi andiamo nello specifico, cioè nella questione palestinese, è
praticamente impossibile documentare ciò che avviene in maniera
oggettiva. Torti e ragioni, viltà ed eroismi, colpe e diritti, sono così
mischiati e contaminati che l'idea stessa di schierarsi identificando
con certezza chi stia dalla parte buona e chi da quella cattiva è
impossibile.

Poi ciascuno, sulla base delle informazioni che trova e sulla base delle
sue convinzioni personali e etiche, si crea una sua opinione. E io, a
differenza dell'OP, trovo che i media italiani parteggino soprattutto
per gli arabi e siano (oggi come ieri) mediamente antiisraeliani.
Ho letto vari commenti che partono dal fatto che i morti arabi siano
cento volte più di quelli israeliani come se ciò, di per sé,
rappresentasse una prova inconfutabile di chissà che cosa...

E.D.
Maurizio Pistone
2014-07-16 09:07:47 UTC
Permalink
Post by edi'®
Ho letto vari commenti che partono dal fatto che i morti arabi siano
cento volte più di quelli israeliani come se ciò, di per sé,
rappresentasse una prova inconfutabile di chissà che cosa...
rimane il fatto che gli arabi ammazzati da altri arabi sono un numero
incomparabilmente superiore a quello degli arabi ammazzati dagli
israeliani

e questo vale anche se ci limitiamo ai morti ammazzati palestinesi
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
Erg Frast (lab)
2014-07-16 09:12:43 UTC
Permalink
Ho letto vari commenti che partono dal fatto che i morti arabi siano cento
volte più di quelli israeliani come se ciò, di per sé, rappresentasse una
prova inconfutabile di chissà che cosa...
Rappresenta quello che è, ne più, ne meno. Ci si può benissimo fermare li,
al fatto.
La verità è che dopo tanti anni siamo ancora impregnati di querra fredda,
ancora non abbiamo superato quell'eredità e i nostri politici piccini ci
speculano sopra. La cosa è infantile ma, come dimostrano i fatti,
straordinariamente efficace.

EF
il fu snowdog
2014-07-16 09:18:24 UTC
Permalink
Post by edi'®
Post by il fu snowdog
l'informazione è sempre e comunque di parte e risponde ad un padrone ben
preciso anche quando si definisce indipendente.
L'informazione neutra o super partes non esiste.
infatti ne è il corollario di quanto sopra
Post by edi'®
"Le opinioni distinte dai fatti" è uno slogan, un fine cui il buon
giornalista dovrebbe tendere ma che normalmente non può raggiungere.
E anche il pubblico - tutto sommato - non è che brami di avere
un'informazione di questo tipo, la gente vuol sentirsi dire ciò che le
piace, non ciò che è più vicino alla realtà dei fatti: non credo che il
lettore medio del Giornale di Sallusti (tanto per fare un esempio) legga
quel foglio perché pensi che sia neutrale, non di parte... lo legge
perché trova scritto ciò che vuole leggere.
tante gente trova molto più comodo risparmiarsi la fatica di pensare, e
che siano altri a farlo per lei
Post by edi'®
Se poi andiamo nello specifico, cioè nella questione palestinese, è
praticamente impossibile documentare ciò che avviene in maniera
oggettiva. Torti e ragioni, viltà ed eroismi, colpe e diritti, sono così
mischiati e contaminati che l'idea stessa di schierarsi identificando
con certezza chi stia dalla parte buona e chi da quella cattiva è
impossibile.
quoto

ormai la situazione si è talmente incasinata che ci ci capisce è bravo


credo che sia di più facile comprensione la meccanica quantistica
--
Eh? (cit.)
sandro
2014-07-16 21:29:26 UTC
Permalink
Post by il fu snowdog
"Lo retor e lo regent
nos an parlat plan longtemp
partissetz forca contents
forca contents, forca
contents
ah, partissetz forca contents
Sarets sus lo monument"
è in lingua occitana ma almeno i nordici non dovrebbero aver fatica a
comprendere
testo completo con traduzione
http://www.antiwarsongs.org/canzone.php?lang=it&id=3250
Rilancio:
http://www.antiwarsongs.org/canzone.php?id=103&lang=it



sandro
il fu snowdog
2014-07-17 06:52:47 UTC
Permalink
Post by sandro
Post by il fu snowdog
"Lo retor e lo regent
nos an parlat plan longtemp
partissetz forca contents
forca contents, forca
contents
ah, partissetz forca contents
Sarets sus lo monument"
è in lingua occitana ma almeno i nordici non dovrebbero aver fatica a
comprendere
testo completo con traduzione
http://www.antiwarsongs.org/canzone.php?lang=it&id=3250
http://www.antiwarsongs.org/canzone.php?id=103&lang=it
eh
--
Eh? (cit.)
Teomondo
2014-07-16 10:48:25 UTC
Permalink
Post by Erg Frast
come i "missili"
palestinesi che non sono missili, ma stupidi razzi, con un'utilità
strategica quasi nulla e che infatti non fanno vittime se non per sbaglio
(mi domando quale sia l'utilità di lanciarli, forse solo economica, visto
che per abbatterli gli israeliani usano dei missili, questa volta proprio
missili, che probabilmente costano 100 volte tanto, ma già questo spiega
molto dei motivi del conflitto).
il peggior nemico dei palestinesi è Hamas
--
Teomondo Scrofalo

Era un mondo adulto, si sbagliava da professionisti
Erg Frast (lab)
2014-07-16 11:01:52 UTC
Permalink
Post by Teomondo
il peggior nemico dei palestinesi è Hamas
Così suona male, meglio dire che Hamas è il miglior amico di Israele e si
spiega tutto.
Ma il punto non è questo, il punto e che chi informa deve dare dati
obiettivi e poi noi ci facciamo i nostri ragionamenti su chi è più stronzo.

EF
Maurizio Pistone
2014-07-16 22:43:40 UTC
Permalink
Post by Teomondo
il peggior nemico dei palestinesi è Hamas
dopo la morte di Arafat, sì
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
ilVentu
2014-07-16 11:07:18 UTC
Permalink
Spegni la televisione.

Ciao
a
Post by Erg Frast
Mi scuso per l'OT, vi ricorro raramente, spero mi si perdonerà.
Sono indignato, passano gli anni, cambiano i governi, ma l'"informazione"
approssimativa e faziosa, costantemente filoisraeliana.
I giornalisti si esaltano a narrare la memorabile sconfitta 7 a 1 del
Brasile, ma l'altra partita, quella iniziata il 30 giugno e arrivata ad un
punteggio di circa 200 a 1 (o a 2, secondo le fonti) sembra non interessare.
Disinformazione, cumuli di sciocchezze, mezze verità non spiegate, che il
telespettatore medio non è in grado di comprendere: come i "missili"
palestinesi che non sono missili, ma stupidi razzi, con un'utilità
strategica quasi nulla e che infatti non fanno vittime se non per sbaglio
(mi domando quale sia l'utilità di lanciarli, forse solo economica, visto
che per abbatterli gli israeliani usano dei missili, questa volta proprio
missili, che probabilmente costano 100 volte tanto, ma già questo spiega
molto dei motivi del conflitto).
Personalmente non sono schierato, trovo vergognoso e criminale il
comportamento dei vertici politici di ambo le parti, ma perché il nostro
servizio pubblico non riesce a presentare i fatti in modo obiettivo, a
spiegare le cose? Così sembra davvero una succursale del Mossad; sarebbe per
questo che paghiamo il canone?
EF
Peter & Pan ©
2014-07-16 16:25:26 UTC
Permalink
Post by ilVentu
Spegni la televisione.
Ciao
a
Ottimo consiglio. Io l'ho abolita da 7 anni e vivo benissimo, anzi
meglio di prima perchè sono riuscito a smettere di fumare.
ilVentu
2014-07-17 08:34:19 UTC
Permalink
Post by Peter & Pan ©
Post by ilVentu
Spegni la televisione.
Ciao
a
Ottimo consiglio. Io l'ho abolita da 7 anni e vivo benissimo, anzi
meglio di prima perchè sono riuscito a smettere di fumare.
Non ho capito la correlazione con il tabagismo, però l'effetto è che,
dopo diversi anni senza televisione, non è più possibile ricominciare a
guardarla, perché:
* Principalmente la televisione parla di televisione, quindi se non sei
informato di quello che succede dentro la televisione non hai gli
strumenti minimi per capire quello di cui stanno parlando.
* Il telegiornale è uno spettacolo di intrattenimento, se provi a
guardarlo con l'aspettativa di ottenere notizie perdi tempo.
* I giornalisti televisivi non hanno le competenze minime per fare il
loro lavoro: non si occupano mai dei fatti, si accontentano di andare
sul posto (o comprare un servizio di una TV locale) e chiedere alle
persone presenti le solite cose con le solite risposte (ma che brava
persona era... lo perdono, non lo perdono...).
* Il "cliente" della televisione non è lo spettatore, ma chi ci mette i
soldi (il che non vale solo per la televisione, ma anche per altri
servizi proposti come "gratuiti"). Quindi il servizio è erogato a chi
paga: la politica e tutto il sistema di potere connesso. Infatti il
telegiornale non parla di politica: propone una specie di videobox in
cui i politici dicono quello che vogliono, senza domande o analisi.
* Non c'è distinzione tra politici e personaggi televisivi, sono
sovrapponibili e intercambiabili, e questo per un non teledipendente è
un fatto incomprensibile.
* La televisione propone un modello di realtà che esiste solo in
televisione: i reality sono solo l'espressione esplicita di un
meccanismo narrativo è proprio del linguaggio televisivo.

Ciao
a
tonto
2014-07-17 09:33:15 UTC
Permalink
Non ho capito la correlazione con il tabagismo, però l'effetto è che, dopo
diversi anni senza televisione, non è più possibile ricominciare a
Ho sposato una donna che la tiene sempre accesa...
* Principalmente la televisione parla di televisione, quindi se non sei
informato di quello che succede dentro la televisione non hai gli
strumenti minimi per capire quello di cui stanno parlando.
...e dovresti praticamente passarci la giornata per capire.
* Il telegiornale è uno spettacolo di intrattenimento, se provi a
guardarlo con l'aspettativa di ottenere notizie perdi tempo.
Non sempre, il TG3 ad esempio è un predicozzo lungo mezz'ora con tesi
precostituite: le donne sono più brave ed intelligenti degli uomini, i
giovani sono precari, gli adulti maschi sono incompetenti, violenti e da
sterminare, la politica internazionale è un dettaglio, la crisi ci rende
tutti più poveri e via delirando...
Come intrattenimento è di una noia mortale.
* I giornalisti televisivi non hanno le competenze minime per fare il loro
lavoro: non si occupano mai dei fatti, si accontentano di andare sul posto
(o comprare un servizio di una TV locale) e chiedere alle persone presenti
le solite cose con le solite risposte (ma che brava persona era... lo
perdono, non lo perdono...).
L'obiettivo di ogni giornalista sul campo è trovare la vecchia che dica
"abbiamo paura" (ovviamente in pluralis majestatis) oppure il classico "c'è
la paura".
Gli incidenti poi sono tutti inferni o incubi: alle volte penso che se
Guccini avesse chiesto i diritti ogni volta che un giornalista citava "tra
le lamiere contorte" sarebbe diventato più ricco e potente di Berlusconi.
* Il "cliente" della televisione non è lo spettatore, ma chi ci mette i
soldi (il che non vale solo per la televisione, ma anche per altri servizi
proposti come "gratuiti"). Quindi il servizio è erogato a chi paga: la
politica e tutto il sistema di potere connesso. Infatti il telegiornale
non parla di politica: propone una specie di videobox in cui i politici
dicono quello che vogliono, senza domande o analisi.
Dichiarazioni che paiono appassionare follemente i giornalisti: la
Berlinguer è capace di concentrare tutto un TG sui chiacchiericci politici
per dedicare qualche misero minuto al resto del mondo.
Eppure c'è una tecnica per produrre frasi che non significano assolutamente
nulla usando parole inutili e abusate come "riforme".
* Non c'è distinzione tra politici e personaggi televisivi, sono
sovrapponibili e intercambiabili, e questo per un non teledipendente è un
fatto incomprensibile.
Per non parlare dei sindacalisti: in televisione esistono solo i
confederali, il resto è fatto di antimateria.
Se un sindacato di base indice uno sciopero generale, magicamente si
trasforma in uno sciopero dei mezzi pubblici!
* La televisione propone un modello di realtà che esiste solo in
televisione: i reality sono solo l'espressione esplicita di un meccanismo
narrativo è proprio del linguaggio televisivo.
Sono facili e costano poco: prendi il videogossip ed aggiungi molto lievito.
Il problema è che c'è gente che ci crede e ci cresce, con quei modelli...











--- news://freenews.netfront.net/ - complaints: ***@netfront.net ---
sandro
2014-07-17 10:04:41 UTC
Permalink
Post by tonto
Non ho capito la correlazione con il tabagismo, però l'effetto è che, dopo
diversi anni senza televisione, non è più possibile ricominciare a
Ho sposato una donna che la tiene sempre accesa...
Le "righe piccole" del contratto... ;)
Post by tonto
* La televisione propone un modello di realtà che esiste solo in
televisione: i reality sono solo l'espressione esplicita di un meccanismo
narrativo è proprio del linguaggio televisivo.
Sono facili e costano poco: prendi il videogossip ed aggiungi molto lievito.
Il problema è che c'è gente che ci crede e ci cresce, con quei modelli...
Al contrario, sono le produzioni piu' costose.
Non raramente ci si finisce in perdita.



sandro
il fu snowdog
2014-07-17 11:17:11 UTC
Permalink
Post by tonto
L'obiettivo di ogni giornalista sul campo è trovare la vecchia che dica
"abbiamo paura" (ovviamente in pluralis majestatis) oppure il classico "c'è
la paura".

Post by tonto
Eppure c'è una tecnica per produrre frasi che non significano assolutamente
nulla usando parole inutili e abusate come "riforme".
è da quando sono adolescente che sento parlare di riforme
e non è cambiato praticamente nulla, tranne che le facce che ne parlano
e sono passati più di trent'anni
--
Eh? (cit.)
tonto
2014-07-17 15:04:09 UTC
Permalink
Post by il fu snowdog
è da quando sono adolescente che sento parlare di riforme
e non è cambiato praticamente nulla, tranne che le facce che ne parlano
e sono passati più di trent'anni
Un po' come i piani di pace per il conflitto israelo-palestinese.



--- news://freenews.netfront.net/ - complaints: ***@netfront.net ---
il fu snowdog
2014-07-18 07:41:25 UTC
Permalink
Post by tonto
Post by il fu snowdog
è da quando sono adolescente che sento parlare di riforme
e non è cambiato praticamente nulla, tranne che le facce che ne parlano
e sono passati più di trent'anni
Un po' come i piani di pace per il conflitto israelo-palestinese.
esatto

un mese prima piantano alberi in Vaticano, un mese dopo si tirano
addosso razzi e bombe...
--
Eh? (cit.)
sandro
2014-07-17 22:11:57 UTC
Permalink
Post by il fu snowdog
Post by tonto
L'obiettivo di ogni giornalista sul campo è trovare la vecchia che dica
"abbiamo paura" (ovviamente in pluralis majestatis) oppure il classico "c'è
la paura".
http://youtu.be/xNG_gQ3zg5E
Post by tonto
Eppure c'è una tecnica per produrre frasi che non significano assolutamente
nulla usando parole inutili e abusate come "riforme".
è da quando sono adolescente che sento parlare di riforme
e non è cambiato praticamente nulla, tranne che le facce che ne parlano
Mica tanto.
Quelli (pochi) che so' cambiati, e' solo perche' so' morti, senno'...
Post by il fu snowdog
e sono passati più di trent'anni
Mi permetto di far notare che ci sono dinastie di famiglie che
infliggono pesanti danni al paese, da piu' tempo.



sandro
il fu snowdog
2014-07-18 07:42:03 UTC
Permalink
Post by sandro
Post by il fu snowdog
Post by tonto
L'obiettivo di ogni giornalista sul campo è trovare la vecchia che dica
"abbiamo paura" (ovviamente in pluralis majestatis) oppure il classico "c'è
la paura".
http://youtu.be/xNG_gQ3zg5E
Post by tonto
Eppure c'è una tecnica per produrre frasi che non significano assolutamente
nulla usando parole inutili e abusate come "riforme".
è da quando sono adolescente che sento parlare di riforme
e non è cambiato praticamente nulla, tranne che le facce che ne parlano
Mica tanto.
Quelli (pochi) che so' cambiati, e' solo perche' so' morti, senno'...
il corso naturale della storia
Post by sandro
Post by il fu snowdog
e sono passati più di trent'anni
Mi permetto di far notare che ci sono dinastie di famiglie che
infliggono pesanti danni al paese, da piu' tempo.
eh già lo sappiamo...
--
Eh? (cit.)
sandro
2014-07-18 09:37:21 UTC
Permalink
Post by il fu snowdog
Post by sandro
Post by il fu snowdog
Post by tonto
L'obiettivo di ogni giornalista sul campo è trovare la vecchia che dica
"abbiamo paura" (ovviamente in pluralis majestatis) oppure il classico "c'è
la paura".
http://youtu.be/xNG_gQ3zg5E
Post by tonto
Eppure c'è una tecnica per produrre frasi che non significano assolutamente
nulla usando parole inutili e abusate come "riforme".
è da quando sono adolescente che sento parlare di riforme
e non è cambiato praticamente nulla, tranne che le facce che ne parlano
Mica tanto.
Quelli (pochi) che so' cambiati, e' solo perche' so' morti, senno'...
il corso naturale della storia
Quello darwiniano e' un gran bel meccanismo. Infallibile, con animali e
piante in genere, lo e' stato molto meno coi primati in particolare, tra
i quali ha selezionato la razza peggiore.
Non so se possiamo permetterci i suoi tempi di azione, pero'.



sandro
il fu snowdog
2014-07-18 10:27:28 UTC
Permalink
Post by sandro
Post by il fu snowdog
Post by sandro
Post by il fu snowdog
Post by tonto
L'obiettivo di ogni giornalista sul campo è trovare la vecchia che dica
"abbiamo paura" (ovviamente in pluralis majestatis) oppure il classico "c'è
la paura".
http://youtu.be/xNG_gQ3zg5E
Post by tonto
Eppure c'è una tecnica per produrre frasi che non significano assolutamente
nulla usando parole inutili e abusate come "riforme".
è da quando sono adolescente che sento parlare di riforme
e non è cambiato praticamente nulla, tranne che le facce che ne parlano
Mica tanto.
Quelli (pochi) che so' cambiati, e' solo perche' so' morti, senno'...
il corso naturale della storia
Quello darwiniano e' un gran bel meccanismo. Infallibile, con animali e
piante in genere, lo e' stato molto meno coi primati in particolare, tra
i quali ha selezionato la razza peggiore.
Non so se possiamo permetterci i suoi tempi di azione, pero'.
confidiamo in un meteorite, forse è meglio... ;-)
--
Eh? (cit.)
sandro
2014-07-18 10:56:01 UTC
Permalink
Post by il fu snowdog
Post by sandro
Post by il fu snowdog
Post by sandro
Post by il fu snowdog
Post by tonto
L'obiettivo di ogni giornalista sul campo è trovare la vecchia che dica
"abbiamo paura" (ovviamente in pluralis majestatis) oppure il
classico
"c'è
la paura".
http://youtu.be/xNG_gQ3zg5E
Post by tonto
Eppure c'è una tecnica per produrre frasi che non significano assolutamente
nulla usando parole inutili e abusate come "riforme".
è da quando sono adolescente che sento parlare di riforme
e non è cambiato praticamente nulla, tranne che le facce che ne parlano
Mica tanto.
Quelli (pochi) che so' cambiati, e' solo perche' so' morti, senno'...
il corso naturale della storia
Quello darwiniano e' un gran bel meccanismo. Infallibile, con animali e
piante in genere, lo e' stato molto meno coi primati in particolare, tra
i quali ha selezionato la razza peggiore.
Non so se possiamo permetterci i suoi tempi di azione, pero'.
confidiamo in un meteorite, forse è meglio... ;-)
Troppo casuale, non ha mire, non e' darwiniano... rischia che stermina
l'erba buona e fa sopravvivere quella cattiva, a tirare un dado del genere.

Bisognerebbe colpire con una precisione maggiore di quella che hanno i
corpi celesti vaganti, ma sembra che a scrivere ste' cose si faccia del
terrorismo... :P



sandro
il fu snowdog
2014-07-21 07:13:01 UTC
Permalink
Post by sandro
Post by il fu snowdog
Post by sandro
Post by il fu snowdog
Post by sandro
Post by il fu snowdog
Post by tonto
L'obiettivo di ogni giornalista sul campo è trovare la vecchia che dica
"abbiamo paura" (ovviamente in pluralis majestatis) oppure il
classico
"c'è
la paura".
http://youtu.be/xNG_gQ3zg5E
Post by tonto
Eppure c'è una tecnica per produrre frasi che non significano assolutamente
nulla usando parole inutili e abusate come "riforme".
è da quando sono adolescente che sento parlare di riforme
e non è cambiato praticamente nulla, tranne che le facce che ne parlano
Mica tanto.
Quelli (pochi) che so' cambiati, e' solo perche' so' morti, senno'...
il corso naturale della storia
Quello darwiniano e' un gran bel meccanismo. Infallibile, con animali e
piante in genere, lo e' stato molto meno coi primati in particolare, tra
i quali ha selezionato la razza peggiore.
Non so se possiamo permetterci i suoi tempi di azione, pero'.
confidiamo in un meteorite, forse è meglio... ;-)
Troppo casuale, non ha mire, non e' darwiniano... rischia che stermina
l'erba buona e fa sopravvivere quella cattiva, a tirare un dado del genere.
Bisognerebbe colpire con una precisione maggiore di quella che hanno i
corpi celesti vaganti, ma sembra che a scrivere ste' cose si faccia del
terrorismo... :P
io tifo per l'estinzione di massa
solo che sarà una speranza vana pare almeno per un secolo
http://neo.jpl.nasa.gov/ca/
http://neo.jpl.nasa.gov/risk/
non ci sono oggetti NEAR a rischio di impatti con la Terra per il
prossimo secolo...
ovviamente quelli già osservati, si spera in qualcuno che non sia ancora
stato notato
--
Eh? (cit.)
sandro
2014-07-21 08:40:13 UTC
Permalink
Post by il fu snowdog
Post by sandro
Post by il fu snowdog
Post by sandro
Post by il fu snowdog
Post by sandro
Post by il fu snowdog
Post by tonto
L'obiettivo di ogni giornalista sul campo è trovare la vecchia che dica
"abbiamo paura" (ovviamente in pluralis majestatis) oppure il
classico
"c'è
la paura".
http://youtu.be/xNG_gQ3zg5E
Post by tonto
Eppure c'è una tecnica per produrre frasi che non significano assolutamente
nulla usando parole inutili e abusate come "riforme".
è da quando sono adolescente che sento parlare di riforme
e non è cambiato praticamente nulla, tranne che le facce che ne parlano
Mica tanto.
Quelli (pochi) che so' cambiati, e' solo perche' so' morti, senno'...
il corso naturale della storia
Quello darwiniano e' un gran bel meccanismo. Infallibile, con animali e
piante in genere, lo e' stato molto meno coi primati in particolare, tra
i quali ha selezionato la razza peggiore.
Non so se possiamo permetterci i suoi tempi di azione, pero'.
confidiamo in un meteorite, forse è meglio... ;-)
Troppo casuale, non ha mire, non e' darwiniano... rischia che stermina
l'erba buona e fa sopravvivere quella cattiva, a tirare un dado del genere.
Bisognerebbe colpire con una precisione maggiore di quella che hanno i
corpi celesti vaganti, ma sembra che a scrivere ste' cose si faccia del
terrorismo... :P
io tifo per l'estinzione di massa
solo che sarà una speranza vana pare almeno per un secolo
http://neo.jpl.nasa.gov/ca/
http://neo.jpl.nasa.gov/risk/
non ci sono oggetti NEAR a rischio di impatti con la Terra per il
prossimo secolo...
ovviamente quelli già osservati, si spera in qualcuno che non sia ancora
stato notato
I peggiori sono quelli piccoli, sotto il km, che non appartengono al
sistema interno ma arrivano con orbite fortemente eccentriche dalla nube
esterna, tipo le comete.
Tra l'altro, sono i piu' incazzati, perche' al perielio hanno velocita'
da urlo.

Non sono avvistabili con le strategie attuali a meno che non siano
coperti di ghiaccio e si presentano direttamente in atmosfera, senza
bussare. Scortesia massima.
Pero' sono anche sufficientemente piccoli da non poter creare problemi
su scala planetaria.


Ecco, visto che fanno danni limitati e abbastanza circoscritti, ci
vorrebbe un comando remoto, installato a bordo di qualcuno di questi... :D



sandro
il fu snowdog
2014-07-21 09:11:47 UTC
Permalink
Post by sandro
Post by il fu snowdog
Post by sandro
Post by il fu snowdog
Post by sandro
Post by il fu snowdog
Post by sandro
Post by il fu snowdog
Post by tonto
L'obiettivo di ogni giornalista sul campo è trovare la vecchia che dica
"abbiamo paura" (ovviamente in pluralis majestatis) oppure il
classico
"c'è
la paura".
http://youtu.be/xNG_gQ3zg5E
Post by tonto
Eppure c'è una tecnica per produrre frasi che non significano
assolutamente
nulla usando parole inutili e abusate come "riforme".
è da quando sono adolescente che sento parlare di riforme
e non è cambiato praticamente nulla, tranne che le facce che ne parlano
Mica tanto.
Quelli (pochi) che so' cambiati, e' solo perche' so' morti, senno'...
il corso naturale della storia
Quello darwiniano e' un gran bel meccanismo. Infallibile, con animali e
piante in genere, lo e' stato molto meno coi primati in particolare, tra
i quali ha selezionato la razza peggiore.
Non so se possiamo permetterci i suoi tempi di azione, pero'.
confidiamo in un meteorite, forse è meglio... ;-)
Troppo casuale, non ha mire, non e' darwiniano... rischia che stermina
l'erba buona e fa sopravvivere quella cattiva, a tirare un dado del genere.
Bisognerebbe colpire con una precisione maggiore di quella che hanno i
corpi celesti vaganti, ma sembra che a scrivere ste' cose si faccia del
terrorismo... :P
io tifo per l'estinzione di massa
solo che sarà una speranza vana pare almeno per un secolo
http://neo.jpl.nasa.gov/ca/
http://neo.jpl.nasa.gov/risk/
non ci sono oggetti NEAR a rischio di impatti con la Terra per il
prossimo secolo...
ovviamente quelli già osservati, si spera in qualcuno che non sia ancora
stato notato
I peggiori sono quelli piccoli, sotto il km, che non appartengono al
sistema interno ma arrivano con orbite fortemente eccentriche dalla nube
esterna, tipo le comete.
Tra l'altro, sono i piu' incazzati, perche' al perielio hanno velocita'
da urlo.
Non sono avvistabili con le strategie attuali a meno che non siano
coperti di ghiaccio e si presentano direttamente in atmosfera, senza
bussare. Scortesia massima.
Pero' sono anche sufficientemente piccoli da non poter creare problemi
su scala planetaria.
Insomma, roba tipo Chelyabinsk l'anno scorso...
Post by sandro
Ecco, visto che fanno danni limitati e abbastanza circoscritti, ci
vorrebbe un comando remoto, installato a bordo di qualcuno di questi... :D
resto dell'idea che sia meglio l'estinzione di massa, ne servirebbero
troppi di quegli oggetti piccoli e troppo ben mirati...
a questo punto meglio un boto unico e fine delle trasmissioni

altrimenti ci tocca aspettare qualche miliarduccio di anni prima che il
sole faccia il suo corso...
--
Eh? (cit.)
sandro
2014-07-21 11:50:40 UTC
Permalink
Post by il fu snowdog
Post by sandro
I peggiori sono quelli piccoli, sotto il km, che non appartengono al
sistema interno ma arrivano con orbite fortemente eccentriche dalla nube
esterna, tipo le comete.
Tra l'altro, sono i piu' incazzati, perche' al perielio hanno velocita'
da urlo.
Non sono avvistabili con le strategie attuali a meno che non siano
coperti di ghiaccio e si presentano direttamente in atmosfera, senza
bussare. Scortesia massima.
Pero' sono anche sufficientemente piccoli da non poter creare problemi
su scala planetaria.
Insomma, roba tipo Chelyabinsk l'anno scorso...
Esattamente.
Post by il fu snowdog
Post by sandro
Ecco, visto che fanno danni limitati e abbastanza circoscritti, ci
vorrebbe un comando remoto, installato a bordo di qualcuno di
questi... :D
resto dell'idea che sia meglio l'estinzione di massa, ne servirebbero
troppi di quegli oggetti piccoli e troppo ben mirati...
a questo punto meglio un boto unico e fine delle trasmissioni
Dici?
Eppure, sono bastati due lanci, a terminare una guerra mondiale a cui
partecipavano decine di governi incazzati.

Non trascurare l'effetto sopresa...
Post by il fu snowdog
altrimenti ci tocca aspettare qualche miliarduccio di anni prima che il
sole faccia il suo corso...
Magari succede di notte, quando fa piu' fresco... :P



sandro
a***@mailinator.com
2014-07-16 11:11:13 UTC
Permalink
Post by Erg Frast
Personalmente non sono schierato, trovo vergognoso e criminale il
comportamento dei vertici politici di ambo le parti, ma perché il nostro
servizio pubblico non riesce a presentare i fatti in modo obiettivo, a
spiegare le cose? Così sembra davvero una succursale del Mossad; sarebbe per
questo che paghiamo il canone?
L'insieme delle risposte che hai ricevuto mi pare esaustivo.

Non si può.

Per due ordini di motivi:

1) perché, come dici tu, l'informazione è schierata (non si possono fare
nomi per non incorrere in guai, ma basta guardare i titoli dei servizi,
oppure ragionare su ciò che tu stesso hai citato).

2) perché la verità è troppo sconvolgente, e non dico in tanti, ma anche
tu stesso rifiuteresti di crederci tanto è evidente e palese ma tanto
distante da ciò che hai fin qui creduto, accettando un racconto di
comodo che orami va aanti non da decenni ma da generazioni.
tonto
2014-07-16 14:16:25 UTC
Permalink
Post by Erg Frast
I giornalisti si esaltano a narrare la memorabile sconfitta 7 a 1 del
Brasile, ma l'altra partita, quella iniziata il 30 giugno e arrivata ad un
punteggio di circa 200 a 1 (o a 2, secondo le fonti) sembra non interessare.
Il numero di morti palestinesi lo dicono.
Guarda invece come trattano la "crisi ucraina", una guerra civile generata
da una rivolta nazista appoggiata dall'unione europea.
Ogni tanto ne parlano come un fenomeno di costume, come qualcosa che non ci
riguarda, si accenna senza enfasi alle stragi di civili, alle spedizioni
punitive, alle dichiarazioni hitleriane dei nuovi padroni di Kiev come se la
cosa non ci riguardasse.
Post by Erg Frast
con un'utilità strategica quasi nulla
Quasi.
La loro utilità è provocare la solita sanguinosa reazione di Israele.
Così qualche politico idiota può andare a perorare la causa della pace
inventando soluzioni ridicole.
Post by Erg Frast
sarebbe per questo che paghiamo il canone?
No, lo paghiamo per vedere film dozzinali e tenere in piedi il baraccone di
Sanremo.



--- news://freenews.netfront.net/ - complaints: ***@netfront.net ---
Erg Frast (lab)
2014-07-16 14:26:47 UTC
Permalink
Post by tonto
Guarda invece come trattano la "crisi ucraina", una guerra civile generata
da una rivolta nazista appoggiata dall'unione europea.
Un'altro fan dei tg di Putin.

EF
tonto
2014-07-16 15:18:58 UTC
Permalink
Post by Erg Frast (lab)
Un'altro fan dei tg di Putin.
E di cosa si tratta, secondo te?



--- news://freenews.netfront.net/ - complaints: ***@netfront.net ---
a***@mailinator.com
2014-07-16 17:10:01 UTC
Permalink
Post by Erg Frast (lab)
Post by tonto
Guarda invece come trattano la "crisi ucraina", una guerra civile generata
da una rivolta nazista appoggiata dall'unione europea.
Un'altro fan dei tg di Putin.
EF
Non capisco. Parli di disinformazione sulla Palestina, e poi sembri
accettare quella versione "addomesticata" dei fatti di Ucraina che viene
fatta dagli stessi media. Magari sei anche convinto che le atrocità
della guerra di Bosnia ricadano tuitte sui serbi.
Se è così, ti farà piacere vedere questo servizio al tg, che invece a me
ha disgustato profondamente:

Maurizio Pistone
2014-07-17 07:42:53 UTC
Permalink
Post by a***@mailinator.com
Magari sei anche convinto che le atrocità
della guerra di Bosnia ricadano tuitte sui serbi
tutti hanno ammazzato tutti

in Bosnia prevalentemente i serbi hanno ammazzato i mussulmani, in
Croazia prevalentemente i croati hanno ammazzato i serbi - ma i serbi
non si sono tirati indietro

sono odi vecchi di secoli, che nella II guerra mondiale hanno creato un
carnaio che aveva nauseato perfino i gerarchi nazisti
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
il fu snowdog
2014-07-17 07:52:06 UTC
Permalink
Post by Maurizio Pistone
Post by a***@mailinator.com
Magari sei anche convinto che le atrocità
della guerra di Bosnia ricadano tuitte sui serbi
tutti hanno ammazzato tutti
in Bosnia prevalentemente i serbi hanno ammazzato i mussulmani, in
Croazia prevalentemente i croati hanno ammazzato i serbi - ma i serbi
non si sono tirati indietro
sono odi vecchi di secoli, che nella II guerra mondiale hanno creato un
carnaio che aveva nauseato perfino i gerarchi nazisti
vero

tutti hanno ammazzato tutti, morto Tito hanno iniziato a farsi a pezzi a
vicenda, ma nella vulgata passata dalle nostre parti i cattivi erano
solo i serbi...
--
Eh? (cit.)
Maurizio Pistone
2014-07-17 07:58:03 UTC
Permalink
Post by il fu snowdog
tutti hanno ammazzato tutti, morto Tito hanno iniziato a farsi a pezzi a
vicenda, ma nella vulgata passata dalle nostre parti i cattivi erano
solo i serbi...
se la sono giocata molto male, hanno cercato di transitare la Jugoslava
da quello che con Tito era bene o male un vero federalismo, ad un
panserbismo inaccettabile, e così tutti hanno avuto buon gioco a dargli
addosso
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
edi'®
2014-07-17 07:58:12 UTC
Permalink
Post by Maurizio Pistone
tutti hanno ammazzato tutti
in Bosnia prevalentemente i serbi hanno ammazzato i mussulmani, in
Croazia prevalentemente i croati hanno ammazzato i serbi - ma i serbi
non si sono tirati indietro
sono odi vecchi di secoli
Ero stato nell'ex-Jugoslavia (Zagabria) all'inizio degli anni 90: il mio
ospite locale mi raccontava che sì, certamente, serbi e musulmani erano
loro amici... ma che tutti loro avevano almeno un fucile pronto in
cantina, che prima o poi senz'altro sarebbe servito.

E.D.
a***@mailinator.com
2014-07-17 11:26:03 UTC
Permalink
Post by Maurizio Pistone
Post by a***@mailinator.com
Magari sei anche convinto che le atrocità
della guerra di Bosnia ricadano tuitte sui serbi
tutti hanno ammazzato tutti
in Bosnia prevalentemente i serbi hanno ammazzato i mussulmani, in
Croazia prevalentemente i croati hanno ammazzato i serbi - ma i serbi
non si sono tirati indietro
sono odi vecchi di secoli, che nella II guerra mondiale hanno creato un
carnaio che aveva nauseato perfino i gerarchi nazisti
Non è che ciò che dici sia falso, però rifiuto questo genere di
spiegazioni. Sono troppo semplicistiche e non indagano le vere cause
degli eventi. In sostanza dicono: è successo così perché doveva
succedere così.
Tutte le guerre e le guerre civili si innestano su un fondo di odi
atavici o comunque ben radicati.
Giustificheremo un domani una guerra civile in italia perché da
generazioni i meridionali lazzaroni sporchi e mafiosi sono odiati dai
settentrionali cinici ed egoisti? Negli Usa dove i nordisti brutali si
sono sempre contrapposti ai sudisti razzisti, come dimostrano una
vastissima filmografia e una altrettanto vasta letteratura?
Per inciso, durante la seconda guerra mondiali i comandanti
dell'esercito tedesco hanno segnalato più volte la ferocia degli
italiani verso le popolazioni locali. In Yugoslavia sono morte 250.000
persone per mano dell'esercito italiano. Ma chissà perché qui da noi non
se ne fa cenno, si ricorda solo che tutti gli slavi si odiavano tra di
loro e non vedevano l'ora di ammazzarsi. E così la nostra coscienza è salva.
il fu snowdog
2014-07-17 11:47:20 UTC
Permalink
Post by a***@mailinator.com
Per inciso, durante la seconda guerra mondiali i comandanti
dell'esercito tedesco hanno segnalato più volte la ferocia degli
italiani verso le popolazioni locali. In Yugoslavia sono morte 250.000
persone per mano dell'esercito italiano. Ma chissà perché qui da noi non
se ne fa cenno, si ricorda solo che tutti gli slavi si odiavano tra di
loro e non vedevano l'ora di ammazzarsi. E così la nostra coscienza è salva.
E pure il falsissimo mito degli "italiani brava gente" è sano e salvo...

Ma dell'Ante Pavelic finanziato ed addestrato da Mussolini non se ne fa
cenno, non si parla dei campi per slavi di Arbe e Gonars dove si moriva
per fame, dell'italianizzazione forzata di zone slave, dei crimini del
generale Roatta in zona... ti tutto quello accaduto ben prima di
quellì'altro crimine che furono le foibe (e che probabilmente ne furono
una delle ragioni).

Finchè la storia sarà strabica non ci insegnerà nulla.
--
Eh? (cit.)
Totò & Peppino
2014-07-18 12:34:42 UTC
Permalink
Post by il fu snowdog
dell'italianizzazione forzata di zone slave
qui non ti seguo più, Venezia aveva dominions fino in Turchia, Cipro, Rodi..

T&P
Maurizio Pistone
2014-07-18 13:33:50 UTC
Permalink
Post by Totò & Peppino
Post by il fu snowdog
dell'italianizzazione forzata di zone slave
qui non ti seguo più, Venezia aveva dominions fino in Turchia, Cipro, Rodi..
che non sono mai state slave
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
Totò & Peppino
2014-07-19 11:37:04 UTC
Permalink
Post by Maurizio Pistone
Post by Totò & Peppino
Post by il fu snowdog
dell'italianizzazione forzata di zone slave
qui non ti seguo più, Venezia aveva dominions fino in Turchia, Cipro, Rodi..
che non sono mai state slave
la dalmazia e l'entroterra erano gli orti di venezia come padova e verona,
ciò..

T&P
Maurizio Pistone
2014-07-19 12:06:48 UTC
Permalink
Post by Totò & Peppino
Post by Maurizio Pistone
Post by Totò & Peppino
qui non ti seguo più, Venezia aveva dominions fino in Turchia, Cipro, Rodi..
che non sono mai state slave
la dalmazia e l'entroterra erano gli orti di venezia come padova e verona,
Turchia, Cipro e Rodi non sono in Dalmazia
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
Totò & Peppino
2014-07-19 12:12:33 UTC
Permalink
Post by Maurizio Pistone
Post by Totò & Peppino
Post by Maurizio Pistone
Post by Totò & Peppino
qui non ti seguo più, Venezia aveva dominions fino in Turchia, Cipro, Rodi..
che non sono mai state slave
la dalmazia e l'entroterra erano gli orti di venezia come padova e verona,
Turchia, Cipro e Rodi non sono in Dalmazia
e neanche nella champion's league..

T&P
Totò & Peppino
2014-07-19 12:23:00 UTC
Permalink
Post by Maurizio Pistone
Post by Totò & Peppino
Post by Maurizio Pistone
Post by Totò & Peppino
qui non ti seguo più, Venezia aveva dominions fino in Turchia, Cipro, Rodi..
che non sono mai state slave
la dalmazia e l'entroterra erano gli orti di venezia come padova e verona,
Turchia, Cipro e Rodi non sono in Dalmazia
"Nelle tre province (Gorizia e Gradisca, Trieste e Istria) che comporranno
definitivamente a metà ottocento il Litorale austriaco, l'etnia slovena era
concentrata prevalentemente nella Valle dell'Isonzo, negli altipiani carsici
e nei contadi dell'Istria settentrionale, ***accanto alla popolazione
italiana nettamente maggioritaria*** nella Bassa friulana, nel centro di
Trieste e nelle cittadine costiere (con gli immediati dintorni) dell'Istria
settentrionale. Sempre nella penisola istriana esistevano piccoli gruppi di
sloveni anche nella zona a Sud del confine etnico con i croati, che corre
sostanzialmente lungo il fiume Dragogna"

mai saputo che in Europa esisteva un Paese che si chiamava Carniola..?

T&P
oggi ne abbiamo un pezzetto, la Carnia..
Maurizio Pistone
2014-07-19 14:54:37 UTC
Permalink
Post by Totò & Peppino
Post by Maurizio Pistone
Post by Totò & Peppino
Post by Maurizio Pistone
Post by Totò & Peppino
qui non ti seguo più, Venezia aveva dominions fino in Turchia, Cipro, Rodi..
che non sono mai state slave
la dalmazia e l'entroterra erano gli orti di venezia come padova e verona,
Turchia, Cipro e Rodi non sono in Dalmazia
"Nelle tre province (Gorizia e Gradisca, Trieste e Istria) che comporranno
definitivamente a metà ottocento il Litorale austriaco, l'etnia slovena era
concentrata prevalentemente nella Valle dell'Isonzo
adesso ti sei reso conto che Turchia, Cipro e Rodi non sono località
slave

ms sei tu che nei hai parlato, non io
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
il fu snowdog
2014-07-21 07:20:48 UTC
Permalink
Post by Totò & Peppino
Post by Maurizio Pistone
Post by Totò & Peppino
Post by Maurizio Pistone
Post by Totò & Peppino
qui non ti seguo più, Venezia aveva dominions fino in Turchia, Cipro, Rodi..
che non sono mai state slave
la dalmazia e l'entroterra erano gli orti di venezia come padova e verona,
Turchia, Cipro e Rodi non sono in Dalmazia
"Nelle tre province (Gorizia e Gradisca, Trieste e Istria) che
comporranno definitivamente a metà ottocento il Litorale austriaco,
l'etnia slovena era concentrata prevalentemente nella Valle dell'Isonzo,
negli altipiani carsici e nei contadi dell'Istria settentrionale,
ecco appunto
ad esempio
http://it.wikipedia.org/wiki/Caporetto
"Il censimento etnico italiano del 1921 riportava che tra i 6224
abitanti di allora, 98 fossero italiani, ma non è chiaro di quale
provenienza."

ricordiamoci anche di questi
http://it.wikipedia.org/wiki/Campo_di_concentramento_di_Arbe
http://it.wikipedia.org/wiki/Campo_di_concentramento_di_Gonars

vogliamo parlare anche dell'italianizzazione forzata del Sudtirolo?

o restiamo ancorati al falsissimo mito degli "italiani brava gente"
mentre i cattivi sono solo gli altri?
--
Eh? (cit.)
Totò & Peppino
2014-07-19 12:25:14 UTC
Permalink
Post by Maurizio Pistone
Post by Totò & Peppino
Post by Maurizio Pistone
Post by Totò & Peppino
qui non ti seguo più, Venezia aveva dominions fino in Turchia, Cipro, Rodi..
che non sono mai state slave
la dalmazia e l'entroterra erano gli orti di venezia come padova e verona,
Turchia, Cipro e Rodi non sono in Dalmazia
http://it.wikipedia.org/wiki/Carniola

T&P
Maurizio Pistone
2014-07-17 13:39:24 UTC
Permalink
Post by a***@mailinator.com
Per inciso, durante la seconda guerra mondiali i comandanti
dell'esercito tedesco hanno segnalato più volte la ferocia degli
italiani verso le popolazioni locali. In Yugoslavia sono morte 250.000
persone per mano dell'esercito italiano. Ma chissà perché qui da noi non
se ne fa cenno, si ricorda solo che tutti gli slavi si odiavano tra di
loro e non vedevano l'ora di ammazzarsi. E così la nostra coscienza è salva.
be' è un fatto che il cd Stato Indipendente di Croazia aveva (sia pure
solo nominalmente) un sovrano che si chiamava Aimone di Savoia, ed era
attivamente sostenuto dall'esercito italiano; il suo "Duce", Pavelic,
era fin dagli anni '20 il referente in Jugoslavia del fascismo

fra le tante cifre che si sono azzardate, c'è chi parla di 800.000 morti
ammazzati su una popolazione totale di circa 3 milioni

queste sono cose che si trovano perfino su Wikipedia, per dire che sono
di dominio pubblico
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
tonto
2014-07-17 15:04:01 UTC
Permalink
Negli Usa dove i nordisti brutali si sono sempre contrapposti ai sudisti
razzisti, come dimostrano una vastissima filmografia e una altrettanto
vasta letteratura?
Erano due modelli economici incompatibili, uno basato sulla schiavitù
agricola, l'altro sulla manodopera consumatrice.
Qualcosa di molto simile alle contrapposizioni tra nord-est e sud-ovest in
Unione europea.
Al governo americano interessavano gli schiavi quanto alla troika
interessano le condizioni dei lavoratori o degli immigrati in Italia cioè
meno di zero.



--- news://freenews.netfront.net/ - complaints: ***@netfront.net ---
Totò & Peppino
2014-07-17 15:48:47 UTC
Permalink
Post by Maurizio Pistone
tutti hanno ammazzato tutti
qualcuno ha detto che sono solo pretesti per stermini di massa senza senso,
come se l'uccidere avesse senso, per sradicare gruppi antropologici antichi,
miti, saggi..

T&P

PS
quando la quiete diventa bene raro i contendenti si rivolgerrano sempre ad
un livello più alto per ottenerla..

T&P
il fu snowdog
2014-07-18 07:47:01 UTC
Permalink
Post by Totò & Peppino
Post by Maurizio Pistone
tutti hanno ammazzato tutti
qualcuno ha detto che sono solo pretesti per stermini di massa senza
senso, come se l'uccidere avesse senso, per sradicare gruppi
antropologici antichi, miti, saggi..
La guerra è fredda

la guerra è limitata

la guerra è endemica

la guerra è ciclica

la pace è calda

la pace è contrattata

la pace è labile

la pace è ciclica

E noi che siamo esseri liberi

un ciclo siamo macellati un ciclo siamo macellai

un ciclo riempiamo gli arsenali un ciclo riempiamo i granai

la pace è guerra con spreco di licenze

la guerra è pace con spreco di ordinanze

E noi che siamo essere liberi

carne solo per caso

raramente qualche cosa d'altro

un ciclo siamo macellati un ciclo siamo macellai

un ciclo riempiamo gli arsenali un ciclo riempiamo i granai


(CCCP Fedeli alla Linea - Guerra e pace)
--
Eh? (cit.)
Totò & Peppino
2014-07-16 15:18:32 UTC
Permalink
Post by Erg Frast
Mi scuso per l'OT, vi ricorro raramente, spero mi si perdonerà.
è geo-socio-politico-televisione..

T&P
okk
2014-07-16 16:31:42 UTC
Permalink
Post by Erg Frast
Personalmente non sono schierato
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
Erg Frast (lab)
2014-07-17 09:12:02 UTC
Permalink
Post by Erg Frast
Personalmente non sono schierato
Ti assicuro che quando i palestinesi bombarderanno Gerusalemme con 200
morti, senza perdite da parte loro e i tg usciranno con un servizio in coda
in cui illustreranno la criminale e terroristica politica di Israele, quando
tutto ciò succederà, ti assicuro che posterò su questo NG tutta la mia
indignazione e sosterro le ragioni degli umiliati e degli offesi.
Quando accadrà.

Ciao Troll

EF
Maurizio Pistone
2014-07-17 10:04:47 UTC
Permalink
Post by Erg Frast (lab)
Ti assicuro che quando i palestinesi bombarderanno Gerusalemme con 200
morti, senza perdite da parte loro
il problema è che i palestinesi bombardano Gerusalemme senza morti
israeliani e con 200 morti da parte loro

è così da quando avevo i calzoncini corti, ad un certo punto ho
cominciato a chiedermi quale sia il senso di tutto ciò

e non credo che questo dipenda dalla televisione
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
Erg Frast (lab)
2014-07-17 10:16:42 UTC
Permalink
Post by Maurizio Pistone
è così da quando avevo i calzoncini corti, ad un certo punto ho
cominciato a chiedermi quale sia il senso di tutto ciò
e non credo che questo dipenda dalla televisione
La TV è parte del gioco, ed è una parte non indifferente.

EF
okk
2014-07-17 18:24:47 UTC
Permalink
Post by Erg Frast (lab)
Ciao Troll
Tu invece, come constatato da Fabmind, purtroppo non lo sei.
massivan
2014-07-16 20:58:50 UTC
Permalink
Post by Emma Franco
"Erg Frast"
ma perché il nostro servizio pubblico non riesce a presentare i
fatti in modo obiettivo, a spiegare le cose? Così sembra davvero
una succursale del Mossad; sarebbe per questo che paghiamo il canone?
EF
"massivan"

Non si puo' essere obiettivi? La spiegazione è
una sola, siamo in guarra e siamo schierati,
in quanto colonia U.S.A.

Fummo conquistati e sottomessi nel 1945.

Siamo l'Iraq degli anni '40, e come negni anni '60
in Iraq, piazzarono il dittatore, lo tolsero e
divennero i padroni...
Totò & Peppino
2014-07-17 13:41:40 UTC
Permalink
Post by massivan
Fummo conquistati e sottomessi nel 1945.
in america gli italobrooklyn dicono che siamo la 51a stella..

T&P
tonto
2014-07-17 15:04:05 UTC
Permalink
Post by Totò & Peppino
in america gli italobrooklyn dicono che siamo la 51a stella..
Fra un po' arriviamo anche al bipartitismo...



--- news://freenews.netfront.net/ - complaints: ***@netfront.net ---
Totò & Peppino
2014-07-17 18:07:30 UTC
Permalink
Post by tonto
Post by Totò & Peppino
in america gli italobrooklyn dicono che siamo la 51a stella..
Fra un po' arriviamo anche al bipartitismo...
già ci siamo, già ci siamo.., con la scuola con il budget a seconda di
quanto è brava a sfornare laureati che mettono la mantella e il cappello
quadrangolare, con il trattino che sostituisce la virgola, con' week end,
co' gay, co' er drink, co'ercrossover.., co' holivud surtevere, co' er
brunch..

ma pensi che Sordi in un americano a roma non recitava un copione.. ?

T&P
tonto
2014-07-18 09:15:21 UTC
Permalink
Post by Totò & Peppino
già ci siamo, già ci siamo.., con la scuola con il budget a seconda di
quanto è brava a sfornare laureati che mettono la mantella e il cappello
quadrangolare, con il trattino che sostituisce la virgola, con' week end,
co' gay, co' er drink, co'ercrossover.., co' holivud surtevere, co' er
brunch..
Io parlavo di politica più che di inglesismi maccheronici: da questo punto
di vista trovo molto più assurdi gli stereotipi che importiamo da una
società che predilige la violenza al sesso.
Dall'hip hop come ribellione globbbbale a canoni estestici preadolescenziali
che ammiccano alla pedofilia, dall'idea che il lavoratore si tutela da solo
a quella della pensione privata.
Il massimo del ridicolo è quando si adottano pregiudizi etnici altrui
applicandoli alla politica ed al lavoro: quando si arriva a quel punto, e ci
siamo arrivati, ci si sta costruendo una gabbia intorno.
Post by Totò & Peppino
ma pensi che Sordi in un americano a roma non recitava un copione.. ?
Allora era un fenomeno di costume per gente un po' ingenua, oggi molti
credono realmente di ritrovarsi in America costruendo gli stati uniti
d'Europa come ieri pensavano che l'integrazione europea ci avrebbe
trasformati tutti in svedesi.
Questa idiozia la comprano e la votano, anzi, direi che chi esprime dubbi
sulla sua fattibilità non entra nemmeno in parlamento.
Te lo dico da sinistra: barattare i diritti sul lavoro con un improbabile
salario di cittadinanza è da dementi, è da gente che vive nel mondo dei
sogni.
Così come pensare che adottando i settecenteschi sistemi americani
diventeremo ricchi e potenti come loro.

Eppure "fatalmente" andiamo in quella direzione: un paio di partiti
distinguibili tra loro solo per le caratteristiche somatiche del loro
leader, con sfumature diverse, costruiscono un mercato del lavoro dove puoi
essere licenziato (o non rinnovato) per aver chiesto misure di sicurezza,
per aver respinto avances sessuali, per aver espresso un'opinione politica o
per aver pronunciato la parola sciopero.
Qualora non si trovasse manodopera sufficientemente giovane, flessibile e
disponibile la si importa dal resto del mondo: lavoro all'americana.
Nei partiti entrano solo certe famiglie e non sono impegnati verso gli
elettori, non dico da un'ideologia, ma nemmeno da una collocazione politica
precisa.
Quindi tu come cittadino non conti e non decidi assolutamente niente e se
non fai parte di un'elite sei marginale: politica all'americana.
Peccato però che non abbiamo grandi pianure, grandi industrie e grandi
disponibilità di materie prime ma solo un'economia all'italiana.



--- news://freenews.netfront.net/ - complaints: ***@netfront.net ---
il fu snowdog
2014-07-18 09:29:33 UTC
Permalink
Post by tonto
Allora era un fenomeno di costume per gente un po' ingenua, oggi molti
credono realmente di ritrovarsi in America costruendo gli stati uniti
d'Europa come ieri pensavano che l'integrazione europea ci avrebbe
trasformati tutti in svedesi.
Questa idiozia la comprano e la votano, anzi, direi che chi esprime dubbi
sulla sua fattibilità non entra nemmeno in parlamento.
Te lo dico da sinistra: barattare i diritti sul lavoro con un improbabile
salario di cittadinanza è da dementi, è da gente che vive nel mondo dei
sogni.
Così come pensare che adottando i settecenteschi sistemi americani
diventeremo ricchi e potenti come loro.
Eppure "fatalmente" andiamo in quella direzione: un paio di partiti
distinguibili tra loro solo per le caratteristiche somatiche del loro
leader, con sfumature diverse, costruiscono un mercato del lavoro dove puoi
essere licenziato (o non rinnovato) per aver chiesto misure di sicurezza,
per aver respinto avances sessuali, per aver espresso un'opinione politica o
per aver pronunciato la parola sciopero.
Qualora non si trovasse manodopera sufficientemente giovane, flessibile e
disponibile la si importa dal resto del mondo: lavoro all'americana.
Nei partiti entrano solo certe famiglie e non sono impegnati verso gli
elettori, non dico da un'ideologia, ma nemmeno da una collocazione politica
precisa.
Quindi tu come cittadino non conti e non decidi assolutamente niente e se
non fai parte di un'elite sei marginale: politica all'americana.
Peccato però che non abbiamo grandi pianure, grandi industrie e grandi
disponibilità di materie prime ma solo un'economia all'italiana.
post da stampare, incorniciare e appendere in salotto
--
Eh? (cit.)
Totò & Peppino
2014-07-19 11:47:19 UTC
Permalink
Post by tonto
Post by Totò & Peppino
già ci siamo, già ci siamo.., con la scuola con il budget a seconda di
quanto è brava a sfornare laureati che mettono la mantella e il cappello
quadrangolare, con il trattino che sostituisce la virgola, con' week end,
co' gay, co' er drink, co'ercrossover.., co' holivud surtevere, co' er
brunch..
Io parlavo di politica più che di inglesismi maccheronici: da questo punto
di vista trovo molto più assurdi gli stereotipi che importiamo da una
società che predilige la violenza al sesso.
Dall'hip hop come ribellione globbbbale a canoni estestici
preadolescenziali che ammiccano alla pedofilia, dall'idea che il
lavoratore si tutela da solo a quella della pensione privata.
Il massimo del ridicolo è quando si adottano pregiudizi etnici altrui
applicandoli alla politica ed al lavoro: quando si arriva a quel punto, e
ci siamo arrivati, ci si sta costruendo una gabbia intorno.
Post by Totò & Peppino
ma pensi che Sordi in un americano a roma non recitava un copione.. ?
Allora era un fenomeno di costume per gente un po' ingenua, oggi molti
credono realmente di ritrovarsi in America costruendo gli stati uniti
d'Europa come ieri pensavano che l'integrazione europea ci avrebbe
trasformati tutti in svedesi.
Questa idiozia la comprano e la votano, anzi, direi che chi esprime dubbi
sulla sua fattibilità non entra nemmeno in parlamento.
Te lo dico da sinistra: barattare i diritti sul lavoro con un improbabile
salario di cittadinanza è da dementi, è da gente che vive nel mondo dei
sogni.
Così come pensare che adottando i settecenteschi sistemi americani
diventeremo ricchi e potenti come loro.
Eppure "fatalmente" andiamo in quella direzione: un paio di partiti
distinguibili tra loro solo per le caratteristiche somatiche del loro
leader, con sfumature diverse, costruiscono un mercato del lavoro dove
puoi essere licenziato (o non rinnovato) per aver chiesto misure di
sicurezza, per aver respinto avances sessuali, per aver espresso
un'opinione politica o per aver pronunciato la parola sciopero.
Qualora non si trovasse manodopera sufficientemente giovane, flessibile e
disponibile la si importa dal resto del mondo: lavoro all'americana.
Nei partiti entrano solo certe famiglie e non sono impegnati verso gli
elettori, non dico da un'ideologia, ma nemmeno da una collocazione
politica precisa.
Quindi tu come cittadino non conti e non decidi assolutamente niente e se
non fai parte di un'elite sei marginale: politica all'americana.
Peccato però che non abbiamo grandi pianure, grandi industrie e grandi
disponibilità di materie prime ma solo un'economia all'italiana.
la creazione del uomo-massa è diventata necessaria con i grandi cambiamenti
sociali avvenuti - almeno in Italia - in due periodi precisi negli 'anni
Trenta e Cinquanta quando enorme fu l'abbandono delle comunità di origine,
leggi i paesi di origine dove il senso dell'appartenenza era orizzontale,
non piramidale. Conseguentemente ed obbligatoriamente sono state applicate
forme di regolamentazione sociale ed economiche studiate alcuni decenni
prima, il "socialismo" che non è altro una costola della massoneria e della
lettura - solo di primo livello - della bibbia, dove esiste un popolo solo,
tutto uguale e tutto con lo stesso destino..

T&P
Maurizio Pistone
2014-07-19 12:06:48 UTC
Permalink
Post by Totò & Peppino
il "socialismo" che non è altro una costola della massoneria
seee vabbe'
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
Totò & Peppino
2014-07-19 12:27:58 UTC
Permalink
Post by Maurizio Pistone
Post by Totò & Peppino
il "socialismo" che non è altro una costola della massoneria
seee vabbe'
http://www.grandeoriente.it/eventinewsgoi/2013/03/tra-squadra-e-compasso-e-sol-dellavvenire-influenze-massoniche-sulla-nascita-del-socialismo-italiano.aspx

T&P

PS
solo tu non lo sapevi..
Maurizio Pistone
2014-07-19 14:54:38 UTC
Permalink
Post by Totò & Peppino
solo tu non lo sapevi..
no, io ero rimasto a quella che il socialismo l'avevano inventato gli
ebrei...
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
okk
2014-07-19 16:36:56 UTC
Permalink
Post by Maurizio Pistone
Post by Totò & Peppino
solo tu non lo sapevi..
no, io ero rimasto a quella che il socialismo l'avevano inventato gli
ebrei...
anfatti, il solito gombloddo demoplutogiudaicomassonico.
Maurizio Pistone
2014-07-20 07:13:11 UTC
Permalink
Post by okk
Post by Maurizio Pistone
Post by Totò & Peppino
solo tu non lo sapevi..
no, io ero rimasto a quella che il socialismo l'avevano inventato gli
ebrei...
anfatti, il solito gombloddo demoplutogiudaicomassonico.
comunque, mai discutere con i fissati
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
Totò & Peppino
2014-07-20 12:26:24 UTC
Permalink
Post by Maurizio Pistone
Post by okk
Post by Maurizio Pistone
Post by Totò & Peppino
solo tu non lo sapevi..
no, io ero rimasto a quella che il socialismo l'avevano inventato gli
ebrei...
anfatti, il solito gombloddo demoplutogiudaicomassonico.
comunque, mai discutere con i fissati
fissato di non farmelo mettere in quel posto tramite figli di madri vergine,
nevicate d'agosto, uno che è tre persone, resuscitamenti ..

T&P

PS
La massoneria è un cuscinetto fra l'ebraismo sionista ed imperialista e la
gente che non è nè massone nè ebrea..
Dottor Mistero
2014-07-20 12:36:34 UTC
Permalink
La massoneria è un cuscinetto...
mah; se è loggia, più che cuscino sarà coperta.

saluti esoterici
--
Pane al pane!
http://dottormistero.blogspot.it/2014/05/pane-al-pane.html
Totò & Peppino
2014-07-20 13:24:37 UTC
Permalink
Post by Maurizio Pistone
Post by okk
Post by Maurizio Pistone
Post by Totò & Peppino
solo tu non lo sapevi..
no, io ero rimasto a quella che il socialismo l'avevano inventato gli
ebrei...
anfatti, il solito gombloddo demoplutogiudaicomassonico.
comunque, mai discutere con i fissati
non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire

diversi approcci:

http://ilgraffionews.wordpress.com/2011/01/27/ebraismo-e-massoneria/

http://www.centrosangiorgio.com/occultismo/massoneria/articoli/pagine_articoli/ebraismo_e_massoneria.htm

http://www.loggiaguerrazzi665.it/09/index.php?option=com_content&view=article&id=630:il-significato-in-massoneria-della-menorah-gn&catid=46:varie&Itemid=97

http://www.riflessioni.it/esoterismo/cabbala-tempio-massonico.htm

T&P

PS
Lo so, uscire dal binomio Amintore / Palmiro, Renzi / Grillo è diuura..
okk
2014-07-21 15:53:09 UTC
Permalink
Il 20/07/2014 15:24, Totò & Peppino ha scritto:

E questo?

http://www.emerton-court.eu/Pyramid/pyr161.htm

http://www.digitaltrends.com/mobile/rumor-gmail-iphone-app-coming-soon/

Anke Google fa parte della kospirazione!!1!1!!1!!!
il fu snowdog
2014-07-22 07:20:29 UTC
Permalink
Post by okk
E questo?
http://www.emerton-court.eu/Pyramid/pyr161.htm
http://www.digitaltrends.com/mobile/rumor-gmail-iphone-app-coming-soon/
Anke Google fa parte della kospirazione!!1!1!!1!!!
FATE GIRARE !!!UNDICI!
--
The measure of a life is a measure of love and respect
So hard to earn, so easily burned
tonto
2014-07-19 20:06:07 UTC
Permalink
Post by Totò & Peppino
la creazione del uomo-massa è diventata necessaria con i grandi
cambiamenti sociali avvenuti - almeno in Italia - in due periodi precisi
negli 'anni Trenta e Cinquanta quando enorme fu l'abbandono delle comunità
di origine, leggi i paesi di origine dove il senso dell'appartenenza era
orizzontale, non piramidale.
L'uomo massa sarebbe il contadino che diventa operaio-massa?
Post by Totò & Peppino
Conseguentemente ed obbligatoriamente sono state applicate forme di
regolamentazione sociale ed economiche studiate alcuni decenni prima, il
"socialismo" che non è altro una costola della massoneria e della
lettura - solo di primo livello - della bibbia, dove esiste un popolo
solo, tutto uguale e tutto con lo stesso destino..
Il socialismo è imparentato con la massoneria tramite l'illuminismo, non ne
è una costola.
Quanto alla bibbia, il fatto che sia incentrata sul popolo ebraico non ne fa
un libro egualitario, anzi...
Il socialismo divide il popolo in classi che al loro interno hanno interessi
che vanno al di là dei confini mentre gli interessi delle varie classi solo
in parte si incontrano.
Per questo in democrazia il bipartitismo può garantire solo gli interessi
dell'aristocrazia o della grande borghesia: come può un partito fare una
politica fiscale che piaccia ai salariati e ai commercianti o fare una
politica monetaria che metta d'accordo piccola borghesia e grande industria
o creare un'assistenzialismo che vada bene ai sottoproletari e a chi paga le
tasse?
Semplice: si tiene sul vago, ammicca qua e là, si fa votare per la simpatia
del suo leader e poi fa gli interessi di chi ha i mezzi per finanziarlo.
Tutto ciò ha ben poco a che fare con il socialismo, la massoneria o il
complotto pippo-pluto-giudaico-massonico.
Ha a che fare col potere che più è forte ed indipendente dalla volontà dei
cittadini e più fa gli interessi dei parenti ricchi.

Spero di aver capito cos'hai scritto e di averti risposto.



--- news://freenews.netfront.net/ - complaints: ***@netfront.net ---
Totò & Peppino
2014-07-19 12:06:06 UTC
Permalink
.
Post by tonto
Peccato però che non abbiamo grandi pianure, grandi industrie e grandi
disponibilità di materie prime ma solo un'economia all'italiana.
nel mondo-uno di oggi sì, ma l'Italia non è mai stata povera, anzi..
avevamo l'economia giusta per il mondo più adeguato ad un uomo "umano" , non
parte infinitesimale di un gigantesco meccanismo..
A Napoli, prima dell'Unità d'Italia c'era cuochi e pasticceri svizzeri,
sarti, notai per le compravendite, chirurghi, marinai che navigavano per il
mondo, operai meccanici sopraffini, poeti e compositori e taeto della pausa
sranti che dovevano intrattenere tutti nel momento sociale, scienzati e
letterati..
A Milano c'era l'industria della micromeccanica, unica che poteva competere
con quella tedesca, si facevano i tessuti in competizione con il nord
d'europa, un/terzo del grano italiano veniva dalla pianura padana..
Genova era lo snodo commerciale di tutto l'europa del sud, le sue navi
salpavano verso un luogo nuovo, il sudamerica dove comunità liguri ed
italiane erano in quella che poi è diventata Argentina, Uruguay, Brasile..
La toponomastica rurale di questi Paesi è cambiata agli inizi del
Novcecento, prima era un florilegio di aziende agricole che si rifcevano ai
borghi di provenienza italiana..
Palermo..? produzione di agrumi necessari al benessere umano spediti in
tutta Europa ed in America, la prima produzione di zolfo mondiale, utile per
l'industria militare e quella della praticità giornaliera, marineria
commerciale dedita alla pesca (e che qualità..) ed ai trasporti, il primo
battello che è partito dall'Italia per l'america è del 1856, comandante
Caputo, flotta Florio-Rubattino, etc..
L'Italia, a metà Ottocento, era la prima/seconda economia mondiale, l'Unità
voluta dalla massoneria inglese (Garibaldi aveva a fianco Lord Oliphant e
sterline cambiate in piastre oro turche) era tesa a porre al comando persone
che la debbono imbarbarire ed impoverire a vantaggio di altre comunità..

T&P
il fu snowdog
2014-07-18 07:48:02 UTC
Permalink
Post by tonto
Post by Totò & Peppino
in america gli italobrooklyn dicono che siamo la 51a stella..
Fra un po' arriviamo anche al bipartitismo...
bipartitismo di facciata, in realtà di facce della stessa moneta
--
Eh? (cit.)
sandro
2014-07-18 09:44:28 UTC
Permalink
Post by il fu snowdog
Post by tonto
Post by Totò & Peppino
in america gli italobrooklyn dicono che siamo la 51a stella..
Fra un po' arriviamo anche al bipartitismo...
bipartitismo di facciata, in realtà di facce della stessa moneta
Qualcuno, alla fine della II guerra, stigmatizzava sul fatto che una
volta sbarcati trovarono in Italia, festosi ad accoglierli, 45 milioni
di partigiani, quando un attimo prima combattevano contro 45 milioni di
fascisti.
Tutto questo, non risultando 90 milioni di abitanti... ;)



sandro
il fu snowdog
2014-07-18 10:23:31 UTC
Permalink
Post by sandro
Post by il fu snowdog
Post by tonto
Post by Totò & Peppino
in america gli italobrooklyn dicono che siamo la 51a stella..
Fra un po' arriviamo anche al bipartitismo...
bipartitismo di facciata, in realtà di facce della stessa moneta
Qualcuno, alla fine della II guerra, stigmatizzava sul fatto che una
volta sbarcati trovarono in Italia, festosi ad accoglierli, 45 milioni
di partigiani, quando un attimo prima combattevano contro 45 milioni di
fascisti.
Tutto questo, non risultando 90 milioni di abitanti... ;)
il voltagabbanesimo è un fenomeno ben radicato in italia...
--
Eh? (cit.)
massivan
2014-07-18 16:59:32 UTC
Permalink
"il fu snowdog"
bipartitismo di facciata, in realtà di facce della stessa moneta.
"massivan"

Se lo dice "il matto del paese" Grillo è proprio
vero che PD e PDL sono uguali. Un vero matto
del paese dice verità in faccia a chiunque, senza
timore, come quando ricordo' a Renzi di essere
"uno sposorizzato" durante la diretta streaming.
il fu snowdog
2014-07-21 07:24:11 UTC
Permalink
Post by massivan
"il fu snowdog"
bipartitismo di facciata, in realtà di facce della stessa moneta.
"massivan"
Se lo dice "il matto del paese" Grillo è proprio
vero che PD e PDL sono uguali. Un vero matto
del paese dice verità in faccia a chiunque, senza
timore, come quando ricordo' a Renzi di essere
"uno sposorizzato" durante la diretta streaming.
lui è la terza faccia della medaglia, il catalizzatore del dissenso
perchè alla fine nulla cambi, vedasi la sua politica schizofrenica,
oltretutto pilotata dall'alto dall'eminenza grigia Casaleggio (o chi per
esso)

alla meno peggio è solo un troll della politica, ma Peppino La Chiavica
e i cibba erano molto più simpatici e sicuramente meno dannosi
--
Eh? (cit.)
turdusmerula
2014-07-21 08:31:37 UTC
Permalink
"il fu snowdog"
CUT

Non so se qualcuno si rende conto che, sia pure sotto l'ombrello di OT, si stanno facendo chiacchiere ciniche da salotto mentre, almeno stando al titolo, ci si poteva aspettare qualche considerazione minimamente "da umani" sulla tragedia che si ripete di due popoli che si stanno degradando.
Uno fisicamente rischiando l'estinzione, l'altro morakmente operandola senza alcuna consapevolezza dei guasti che opera sulla sua stessa storia di " fu oggetto di tentativo di stermionio".
Si poteva almeno sperare che l'intervento di commentatori da altri ng potesse portare aria fresca, e invece....
Roba da far pietà, almeno per uno che non ce la fa a incazzarsi.
--
__________
turdusmerula
il fu snowdog
2014-07-21 09:13:42 UTC
Permalink
Post by turdusmerula
"il fu snowdog"
CUT
Non so se qualcuno si rende conto che, sia pure sotto l'ombrello di OT,
si stanno facendo chiacchiere ciniche da salotto mentre, almeno stando
al titolo, ci si poteva aspettare qualche considerazione minimamente "da
umani" sulla tragedia che si ripete di due popoli che si stanno degradando.
Uno fisicamente rischiando l'estinzione, l'altro morakmente operandola
senza alcuna consapevolezza dei guasti che opera sulla sua stessa storia
di " fu oggetto di tentativo di stermionio".
Si poteva almeno sperare che l'intervento di commentatori da altri ng
potesse portare aria fresca, e invece....
Roba da far pietà, almeno per uno che non ce la fa a incazzarsi.
amen fratello

tanto anche le nostre considerazioni seppur profonde sarebbero solo
delle misere chiacchere da bar che non cambierebbero affatto la situazione

purtroppo, l'essere umano riesce ad essere la peggiore tra le bestie se
ci si mette d'impegno... e di fronte a questo cosa voi farci?
--
Eh? (cit.)
tonto
2014-07-21 16:29:03 UTC
Permalink
Post by turdusmerula
si stanno facendo chiacchiere ciniche da salotto mentre
Io non ce l'ho il salotto...
Post by turdusmerula
qualche considerazione minimamente "da umani" sulla tragedia
Facciamo una veglia di preghiera?
Post by turdusmerula
Uno fisicamente rischiando l'estinzione, l'altro morakmente operandola
senza alcuna consapevolezza dei guasti che opera sulla sua stessa storia
di " fu oggetto di tentativo di stermionio".
Quei guasti derivano anche dall'ipocrisia degli europei che dopo lo
sterminio non furono capaci di creare QUI un luogo sicuro per gli ebrei.
Molti di questi europei pensano che ORA la cosa migliore sia andare a
mostrare la loro ostilità a quei pochi che hanno avuto il coraggio di
restare.
Noi viviamo nel QUI ed ORA e non siamo nemmeno capaci di condizionare la
nostra politica, quella che ha portato la guerra in Ucraina.
Dovremmo pacificare la "terra santa" a forza di chiacchiere?
Post by turdusmerula
Si poteva almeno sperare che l'intervento di commentatori da altri ng
potesse portare aria fresca, e invece....
Aria fresca potrebbe essere un articolo come questo?
http://www.lantidiplomatico.it/dettnews.php?idx=6&pg=8431

No perchè se si pensa di risolvere o anche solo capire un conflitto
attraverso il moralismo ed il pietismo o facendo la conta dei morti allora è
meglio vedersi un bel film.
Perchè comunque noi siamo quà e loro sono là: il nostro ruolo è quello di
spettatori e tifosi di una guerra non esattamente dimenticata.
Post by turdusmerula
Roba da far pietà, almeno per uno che non ce la fa a incazzarsi.
Visto che a farti pietà ed a farti incazzare non è una guerra che dura da
settant'anni ma gli interventi di chi arriva da altri ng (come me, ad
esempio) mi piacerebbe capire cosa ti aspetti.



--- news://freenews.netfront.net/ - complaints: ***@netfront.net ---
Maurizio Pistone
2014-07-21 19:25:16 UTC
Permalink
Post by tonto
Quei guasti derivano anche dall'ipocrisia degli europei che dopo lo
sterminio non furono capaci di creare QUI un luogo sicuro per gli ebrei
insomma, un minimo di conoscenza della storia

lo stato di Israele non è stato fondato dagli europei

http://it.wikipedia.org/wiki/Piano_di_partizione_della_Palestina

e non è nato in conseguenza dell'Olocausto: la grandissima maggioranza
dei fondatori si trovava in Palestina da parecchio tempo prima della
Seconda Guerra Mondiale: Ben Gurion addirittura dal 1906, Golda Meir dal
1921 ecc.
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
Maurizio Pistone
2014-07-21 19:25:17 UTC
Permalink
Post by tonto
http://www.lantidiplomatico.it/dettnews.php?idx=6&pg=8431
già la prima frase che ho letto è una enorme cazzata:

"...Per cinque anni ha tenuto la popolazione di Londra sotto il fuoco
incessante della Luftwaffe tedesca. Ha usato gli abitanti di Londra come
scudo umano nella sua folle guerra. Mentre la popolazione civile era
esposta alle bombe e razzi, senza la protezione di una "cupola di
ferro", lui era nascosto nel suo bunker sotto il 10 di Downing
Street..."

i bombardamenti della Luftwaffe su Londra non erano mirati a colpire
installazioni militari collocate nel centro cittadino, ma proprio la
città e la popolazione civile

in base alle leggi di guerra, le installazioni portuali erano
considerate un "obiettivo militare legittimo", che comunque non può
essere spostato altrove; ma quando gli attacchi si sono estesi su tutta
l'area abitata, non era certo per colpire rampe missilistiche puntate su
Berlino

===

che i bombardamenti tedeschi su Londra non siano durati cinque anni, ma
otto-nove mesi, è poi un insignificante dettaglio per chi usa frammmenti
mal digeriti di storia per sostenere una tesi politica precostituita
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
il fu snowdog
2014-07-22 07:23:24 UTC
Permalink
Post by tonto
Quei guasti derivano anche dall'ipocrisia degli europei che dopo lo
sterminio non furono capaci di creare QUI un luogo sicuro per gli ebrei.
Un giorno il male sono gli ebrei, un altro i rom, un altro ancora i
musulmani e potremmo andare avanti all'infinito
purtroppo gli esseri umani cercano sempre qualcuno a cui addossare le
colpe di tutto arrivando persino allo sterminio di massa

e ci vantiamo di essere la "razza superiore"

mah
--
The measure of a life is a measure of love and respect
So hard to earn, so easily burned
turdusmerula
2014-07-22 12:39:15 UTC
Permalink
Post by il fu snowdog
amen fratello
tanto anche le nostre considerazioni seppur profonde sarebbero solo
delle misere chiacchere da bar che non cambierebbero affatto la
situazione
purtroppo, l'essere umano riesce ad essere la peggiore tra le bestie
se ci si mette d'impegno... e di fronte a questo cosa voi farci?
Un giorno il male sono gli ebrei, un altro i rom, un altro ancora i
musulmani e potremmo andare avanti all'infinito
purtroppo gli esseri umani cercano sempre qualcuno a cui addossare le
colpe di tutto arrivando persino allo sterminio di massa
e ci vantiamo di essere la "razza superiore"
questo potrebbe essere uno spunto.

Dall'autocritica che condivido, proporrei di superare il pessimismo di fondo per provare a vedere se ci sono possibilità di pospettive non catastrofiste, anche se non facili e di non certo esito.
Userei semplicemente LA RAGIONE, per avere una base su cui convergono, almeno a parole , quasi tutti gli "umani" ( e volutamente uso un termine che esclude possibili divisioni come il concetto di razza, etnia, religione, ateismo ecc).
La ragione è indicata da tutti come preminente tra gli umani (non so se esclusiva, ma qui non serve la disquisizione sulla eventuale ragione degli altri viventi), e la ragione a me dice che "una razza superiore" dovrebbe aver "superato" o almeno voler superare il criterio che domina in quelle che consideriamo inferiori, e cioè le specie viventi "non umane. Questo principio da superare lo traduco in "mors tua, vita mea", oppure "tu schiavo, io padrone".
E io sostengo che questa facoltà dell'uomo, se usata, sia la vera esplicazione del cosiddetto "istinto di sopravvivenza."
Al contrario di chi ripete da secoli che la vera lotta per la sopravvivenza sia quella per il predominio di alcuni a scapito degli altri.

Una mente razionale capisce che questo conduce inevitabilmente alla finale deflagrazione del "sistema terra". E non c'è una alternativa, come ipotizzava 60-70 anni fa Isaac Asimov nei suoi romanzi di fantascenza ( la terra distrutta dalla guerra nucleare e i superstiti in giro per le galassie a colonizare altri mondi in cui ricreare una civiltà senza guerra).

Allora, da dove si comincia, in Palestina o in giro per il mondo, oggi?
Stando alla Palestina, e riferisco di fior di intellettuali israeliani che ne scrivono da tempo, la ragione dovrebbe indurre l'attuale "forte" (in senso militare, economico, tecnologico" a provare a mettersi nei panni della controparte. Per capire se e dove abbia un ogettivo diritto da rivendicare. A partire dal diritto alla terra in cui "continuare a vivere dopo che ci è vissuta per millenni". E se davvero non sia possibile accettare il compromesso cui dagli anni di Arafat (dismesso il ruolo di capo guerrigliero) e di Rabin ( dismesso il ruolo di capo militare) e cioè due stati con pari diritti sulla divisione territoriale sancita alla creazione dello stato israeliano. Rabin è morto, sicuramente ammazzato da un suo concittadino, Arafat è morto "forse" avvelenato dal servizio segreto israeliano o da qualcuno che poteva accedere alla prigione in cui viveva. Nessuno dei due era un ingenuo, si erano combattuto militarmente e avevano capito che non ci poteva essere soluzione "razionale" militare..
E allora Hamas manco esisteva, o era una piccola seccatura per Arafat, e non entro nel difficile ruolo di chi potrebbe sospettare un gradimento israeliano per il sorgere di un contestatore sia pure più estremista.

Ci furono nobel per la pace per questo accordo di principio di Oslo.

E' pensabile riproporre di ripartire da qui?
E cosa contano le nostre "chiacchere da bar?"

Se questo che sostengo (non solo) io ha una base razionale, forse non l'unica ma altre non ne vedo nella logica diversa dal "vita mea, mors tua ( o "tu schiavo, io padrone".,)" il problema, serio e che non sottovaluto affatto, è sul "come" noi (io, te, tutti) usiamo il poco o tanto spazio che le società almeno un poco democratiche in cui viviamo ci lasciano.
Cioè come partecipiamo alle decisioni politiche che possono esserci o no in quella direzione.
E qui può bastare per oggi.
Non credo di avere verità assolute in tasca, ma provo a fare ipotesi, non da bar.
--
__________
turdusmerula
massivan
2014-07-21 17:37:23 UTC
Permalink
"turdusmerula"
Non so se qualcuno si rende conto che, sia pure sotto l'ombrello di OT, si
stanno facendo chiacchiere
ciniche da salotto mentre, almeno stando al titolo, ci si poteva aspettare
qualche considerazione
minimamente "da umani" sulla tragedia che si ripete di due popoli che si
stanno degradando.
Uno fisicamente rischiando l'estinzione, l'altro morakmente operandola
senza alcuna consapevolezza dei
guasti che opera sulla sua stessa storia di " fu oggetto di tentativo di
stermionio".
Si poteva almeno sperare che l'intervento di commentatori da altri ng
potesse portare aria fresca, e invece....
Roba da far pietà, almeno per uno che non ce la fa a incazzarsi.
"massivan"

Tu vorresti una variante elaborata
sul tema "Pace e bene a tutti!".

Ci hanno dato, si, la liberta di espressione
ma si sono dimenticati di quella decisionale,

così ti puoi aspettare solo qualche cosa di simile:

Maurizio Pistone
2014-07-18 15:21:38 UTC
Permalink
un articolo di un paio d'anni fa, ma per me sempre attuale - ed anche
questo vorrà dire qualcosa:

http://blog.mauriziopistone.it/guerra-di-lunga-durata/
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
Erg Frast
2014-07-22 02:35:19 UTC
Permalink
Bene, sono fondamentalmente soddisfatto del post, che ha avuto largo
seguito.
Molti hanno storto il naso per una mia presunta parzialità, ma in realtà la
mia critica era rivolta unicamente a come la faccenda è trattata dai media
italiani e da quello pubblico in particolare.
Vorrei solo aggiungere una nota sull'uso approssimativo o volutamente
sbagliato delle parole.
In queste vicende è diventatato normale usare erroneamente le parole e mi
riferisco a termini squisitamente tecnici del linguaggio guerresco, così si
usa il termine "missile" al posto di "razzo" o "caccia" al posto di
"bombardiere".
La scelta non mi pare casuale: il missile è un'arma intelligente, ovvero un
razzo su cui è montato un sistema di guida, di conseguenza si tratta di
ordigni molto più costosi, molto più distruttivi ed efficaci. Il caccia è
un'aereo che combatte contro altri aerei cercando di intercettarli e
abbatterli, in quanto tale è un arma eminentemente difensiva (difende lo
spazio aereo) e nella tradizione anche un po' cavalleresca (quando combatte
alla pari contro altri caccia); il bombardiere è invece fatto per sganciare
bombe o missili contro obiettivi terrestri ed è un'arma assolutamente
offensiva.
Si potrebbe interpretare la politica estera di un paese vedendo se produce
(o compra) prevalentemente caccia o bombardieri: nella seconda fase della II
guerra mondiale gli USA costruivano soprattutto bombardieri e tedeschi quasi
esclusivamente caccia.

Tornando al conflitto israelo-palestinese viene il dubbio che questa
tendenza a scambiare le parole non sia utilizzata solo per i tecnicismi ma
anche in altre situazioni, dove le sfumature di significato sono ancora più
sostanziali.
E se i "terroristi" fossero in realtà un'altra cosa? Sempre nelle II guerra
mondiale si chiamavano terroristi quelli che bombardavano le città, poi la
cosa è passata di moda, visto che quelli che più avevano bombardato erano
risultati anche i vincitori, acquisendo così il diritto a scrivere la
storia.
Nel nostro caso coloro che bombardano le città sono equamente distribuiti
sui due fronti (solo che da un lato sono espressione di un esecutivo
democraticamente eletto). Ovviamente l'efficacia di queste azioni è molto
diversa nei due casi.

Parole, parole, parole... Ci vorrebbe un po' di attenzione alle parole.


----------
Karl Kraus: "La guerra in un primo momento è la speranza che a uno possa
andar meglio, poi l'attesa che all'altro vada peggio, quindi la
soddisfazione perché l'altro non sta per niente meglio e infine la sorpresa
perché a tutti e due va peggio".
il fu snowdog
2014-07-22 07:33:46 UTC
Permalink
Post by Erg Frast
E se i "terroristi" fossero in realtà un'altra cosa? Sempre nelle II guerra
mondiale si chiamavano terroristi quelli che bombardavano le città,
venivano chiamati terroristi e banditi anche i partigiani...

e non erano solo i tedeschi a trattarli come tali...
http://is.gd/MnlY5L


chiunque sta dalla parte opposta è terrorista...
--
The measure of a life is a measure of love and respect
So hard to earn, so easily burned
Erg Frast (lab)
2014-07-22 07:52:40 UTC
Permalink
Post by il fu snowdog
venivano chiamati terroristi e banditi anche i partigiani...
e non erano solo i tedeschi a trattarli come tali...
http://is.gd/MnlY5L
chiunque sta dalla parte opposta è terrorista...
Poi se vince diventa un "rivoluzionario" ed eroe.

EF
il fu snowdog
2014-07-22 12:04:48 UTC
Permalink
Post by Erg Frast (lab)
Post by il fu snowdog
venivano chiamati terroristi e banditi anche i partigiani...
e non erano solo i tedeschi a trattarli come tali...
http://is.gd/MnlY5L
chiunque sta dalla parte opposta è terrorista...
Poi se vince diventa un "rivoluzionario" ed eroe.
il problema è far diventare un eroe chi non lo è mai stato

e poi, deve esserci per forza bisogno di un eroe?
dopo migliaia di anni di storia siamo ancora fermi al mito dell'eroe?
--
The measure of a life is a measure of love and respect
So hard to earn, so easily burned
Maurizio Pistone
2014-07-22 12:19:13 UTC
Permalink
Post by il fu snowdog
venivano chiamati terroristi e banditi anche i partigiani...
e non erano solo i tedeschi a trattarli come tali...
http://is.gd/MnlY5L
anche i repubblichini, certo
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
Totò & Peppino
2014-07-22 13:51:03 UTC
Permalink
Post by il fu snowdog
Post by Erg Frast
E se i "terroristi" fossero in realtà un'altra cosa? Sempre nelle II guerra
mondiale si chiamavano terroristi quelli che bombardavano le città,
venivano chiamati terroristi e banditi anche i partigiani...
e non erano solo i tedeschi a trattarli come tali...
http://is.gd/MnlY5L
chiunque sta dalla parte opposta è terrorista...
veramente leggo "sbandati" ed "appertenenti a bande".. Per essere
considerato "militare" bisogna appartenere ad un esercito di un Paese
riconosciuto e i di cui ministeri della guerra si sono scambiati le
formalità di accettazione delle ostilità..

"Insieme alle Convenzioni di Ginevra, le convenzioni dell'Aia sono state tra
i primi tentativi di formalizzare leggi per i tempi di guerra e definire i
concetti di crimini di guerra all'interno del diritto internazionale. "

http://it.wikipedia.org/wiki/Convenzione_dell%27Aia_(1899)

T&P

PS
c'è molta letteratura che afferma che dietro "l'eroico partigiano" ci sono
stati i servizi segreti UK e OSS, rappresentati in Italia da Mike Bongiorno,
cittadino usa fino a pochi mesi prima della morte..

Maurizio Pistone
2014-07-22 08:48:36 UTC
Permalink
Post by Erg Frast
il missile è un'arma intelligente, ovvero un
razzo su cui è montato un sistema di guida
per non tornare ai Romani, tutta la storia della guerra fredda è segnata
dallo sviluppo compulsivo di "missili balistici", che come dice il nome,
erano fatti per viaggiare come palle di cannone

in ogni caso, l'uso dei cd. "missili intelligenti", che hanno maggiori
probabilità di centrare il bersaglio, è decisamente preferibile ai
"razzi", come li chiami tu, che seguono il principio 'ndo cojo cojo, e
quindi sono tipicamente usati contro zone civili indifese; per esempio,
le V1 e V2 tedesche
Post by Erg Frast
... Il caccia è
un'aereo che combatte contro altri aerei cercando di intercettarli e
abbatterli, in quanto tale è un arma eminentemente difensiva (difende lo
spazio aereo) e nella tradizione anche un po' cavalleresca (quando combatte
alla pari contro altri caccia); il bombardiere è invece fatto per sganciare
bombe o missili contro obiettivi terrestri ed è un'arma assolutamente
offensiva.
nella pratica della guerra aerea non è quasi mai stato così: anche nella
II guerra mondiale gli aerei da caccia se non trovavano aerei nemici
passavano il tempo in operazioni di mitragliamento a terra abbastanza
indiscriminate. In ogni caso, oggi, gli Stati Uniti sono gli unici
detentori di un mezzo di autentica superiorità aerea, il Lockheed Martin
F-22; che proprio per le sue caratteristiche non viene venduto a nessuna
aviazione del mondo, neanche degli alleati più fedeli; tutti gli altri
usano mezzi variamente classificati come "caccia multiruolo", cioè
caccia in grado di effettuare anche attacchi a terra

la distinzione tra "arma offensiva" e "arma difensiva" è poi largamente
soggettiva; bombardare un aereoporto da cui partono aerei che vengono a
bombardare in casa mia, è azione difensiva o offensiva?
Post by Erg Frast
Si potrebbe interpretare la politica estera di un paese vedendo se produce
(o compra) prevalentemente caccia o bombardieri: nella seconda fase della II
guerra mondiale gli USA costruivano soprattutto bombardieri e tedeschi quasi
esclusivamente caccia
questo non perché i tedeschi avessero cambiato politica estera, ma
semplicemente perché, perdendo la superiorità aerea, non erano più in
grado di bombardare; in realtà avevano perso la guerra, ma facevano
finta di no

anche i sovietici per tutta la seconda guerra mondiale puntarono molto
di più alla superiorità aerea che ai bombardamenti massici; e forse non
è un caso se a Berlino ci sono arrivati loro, e non gli angoloamericani
Post by Erg Frast
Parole, parole, parole... Ci vorrebbe un po' di attenzione alle parole.
ed anche al diritto internazionale, che per esempio vieta espresdsamente
di "collocare obiettivi militari all'interno o in prossimità di zone
densamente popolate" (Convenzione di Ginevra, I Protocollo aggiuntivo,
art. 58)
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
Continua a leggere su narkive:
Loading...